eng | deu

Palazzo Riva sorge nel centro storico di Lugano in via Pretorio n. 7, nell’antico quartiere di Verla, di fronte al sito in cui si trovava il convento di Santa Margherita. 

Palazzo Riva è assimilabile al tipo di palazzo cosiddetto “all’italiana” ed è paragonabile a esempi coevi presenti in particolare in area lombarda, dove fino all’Ottocento inoltrato permane il tipo architettonico del manierismo tardocinquecentesco. Se l’aspetto sobrio, lontano dalle soluzioni più radicali del barocco, rivela una chiara influenza da parte dell’architettura lombarda e piacentina, d’altro canto il Palazzo appartiene alla sfera dell’architettura colta ed è perciò riconducibile al generale clima culturale diffuso in diverse regioni in un periodo, quello del primo Settecento, contraddistinto da un’intensa circolazione di idee, modelli e maestranze. Non va infatti trascurata l’influenza esercitata da Roma e Torino, centri propulsori del barocco, soprattutto considerando i flussi migratori delle maestranze dell’attuale Canton Ticino.

All’interno di  Palazzo Riva si conservano pregevoli decorazioni pittoriche e a stucco la cui iconografia indica l’intento da parte del committente di mostrare degli exempla di valori morali e di scelte giuridiche.